Pagine d'opera - Associazione culturale Giovanni Colafemmina

Vai ai contenuti

Nausicaa Policicchio, soprano

Franco Giovine, baritono

Ha iniziato gli Studi Musicali presso la Scuola Civica di Milano, proseguendoli al Conservatorio G. Verdi sotto la valente guida di Gina Cigna e di Maria Carbone. Nel 1975 vince il concorso indetto dall’AS.LI.CO., che gli dà modo di debuttare ne L’Amico Fritz (Rabbino), con personale successo. L’80 lo vede vincitore del «Voci Verdiane» di Busseto e del «Verdi d’Oro» alla Corale di Parma. Poi approda immediatamente nei maggiori teatri italiani e subito dopo in quelli internazionali. La Scala lo chiama per Addio Garibaldi, nel ruolo protagonistico, e così il Regio di Torino per La Bohème, l’Opera di Roma per Salvatore Giuliano, Madama Butterfly e La Bohème, il San Carlo di Napoli per Fedora e Requiem di Faurè, il Massimo di Palermo per Madama Butterfly, Andrea Chenier, La Bohème e Lucia di Lammermoor, il Comunale di Bologna per Tosca, il Comunale di Firenze per Il giocatore, il Verdi di Trieste per La Bohème, Pittori fiamminghi, Cavalleria Rusticana e Le Villi, il Comunale di Cagliari per Tosca e Rigoletto, il Politeama di Lecce per Pagliacci, il Petruzzelli di Bari per La figlia di Jorio, il Giordano di Foggia per L’Elisir d’amore, il Sociale di Como per Un ballo in maschera, Lucia di Lammermoor, Cavalleria Rusticana e Il Barbiere di Siviglia, il «Festival Pucciniano» di Torre del Lago per Tosca (5 edizioni) e Il Tabarro, l’Arena di Verona per Carmen (3 edizioni), Pagliacci, Nabucco, (anche tournée al «Festhalle» di Francoforte) e La Bohème (2 edizioni e tournée al «Festhalle» di Francoforte), ecc.
Ha cantato nei maggiori teatri europei e mondiali quali l’Opera di Budapest, Dresda, Berlino, Bregenz, Colonia, Monaco, Dusseldorf, Salisburgo, Istanbul, Tokyo, Seoul, Pausan, Cartagine, Singapore, Belgrado, Montecarlo, Bilbao, Toulon, Nimès, Avignone, Nizza, Limoges, La Coruna, Valencia, Lima, Bogotà, Santiago del Cile, Palm Beach, Wiesbaden, Atene, ecc. La sua voce di autentico baritono “verdiano e verista” spazia attraverso un vastissimo repertorio, da Puccini a Bizet, Giordano, Cilea, Donizetti, Rossini, Verdi, ecc. Una dimensione vocale ed interpretativa che ben si adatta a molteplici ruoli.
Ha cantato sotto la direzione di Maestri insigni (Oren, Guadagno, Santi, Kuhn, Ahronovitch, Chailly, Gelmetti, Steinberg, Armiliato), con importanti registi (Zeffirelli, Colonnello, De Bosio, Montresor, Del Monaco, Montaldo, Lavia, Sequi, ecc.), a fianco di partner eccellenti (Dimitrova, Ricciarelli, Kabaivanska, Scotto, Cossotto, Casella, Graves, Gasdia, Devia, Baglioni, Guleghina, Limmarilli, Aragal, Carreras, Johanson, Todisco, Giacobini, Giaiotti, Burchulazde, Cura, Larin, Armiliato, Martinucci, Shicoff, ecc).

Tiziana Cosentino pianoforte

Allieva dei Maestri Maureen Jones, Alberto Ciammarughi, Sergio Cafaro ed Antonio Bacchelli; per la didattica, ha seguito seminari di tecnica pianistica tenuti dal Maestro Vincenzo Vitale. Vince importanti rassegne e concorsi nazionali ed internazionali: Associazione Ferenc Liszt, Concorso “Giovani Promesse” di Taranto, Selezione Nazionale “Giovani Concertisti di Castel S.Angelo”, Concorso Internazionale di musica da camera “Finale Ligure”. Si esibisce prevalentemente in formazioni cameristiche riscuotendo il consenso unanime di pubblico e di critica. Tra le collaborazioni citiamo la pianista neozelandese Mary Tzambjras, il chitarrista Alirio Diaz, gli attori Walter Maestosi e Lydia Biondi. Ha effettuato registrazioni per la Radio Vaticana e per la RAI. Per la trasmissione europea “Nord Sud”, in rappresentanza dell’Italia , ha registrato, per Radio Tre, in duo con l’oboista Silvia Nesi, le sonate di P. Hindemith e C. Saint Saens. Viene spesso invitata a far parte della giuria di concorsi pianistici nazionali ed internazionali. Otre all’attività didattica e concertistica, ha curato la Direzione Artistica di alcune importanti manifestazioni: “I Concerti del Teatro Conti”, a Civitanova Marche per gli anni 1980-1996; “Natale in Musica” per il Comune di Roma nel 1998; rassegna “Itinerari d’Amore” per la Provincia di Roma nel 2000. In qualità di Direttore Artistico dell’Associazione Culturale Il Ventaglio, ha curato la rassegna “Classico d’Estate” per il Teatro Comunale di Morlupo, la manifestazione “Il Bel Canto” per il Comune di Vetralla, il Concorso Giovani in Musica per la Provincia di Roma nelle edizioni 2003 e 2005.  Dal 2002 è direttore Artistico di SabinaMusicaFestival e del Concorso Internazionale per violoncello “Premio Arturo Bonucci”. E’ docente di Pianoforte Principale presso l’ Istituto Musicale Pareggiato “G.Braga” di Teramo.

Ass. Culturale "Giovanni Colafemmina"
Torna ai contenuti