La vedova allegra - Associazione culturale Giovanni Colafemmina

Vai ai contenuti
SABATO 2 MARZO 2024
ore 20,00
Teatro Sebastiano Arturo Luciani
Personaggi e interpreti
 
Direzione artistica: Maria Teresa Nania  
 

Regia Flavio Trevisan  
 
Costumi Eugenio Girardi - Loris Danesi
 
Coreografie Monica Emmi   
 
Preparatore vocale Massimiliano Costantino
 
Njegus Claudio Pinto Kovačević
 
Hanna Glavary Carmen Salamone   
 
Danilo Danilowitsch Massimiliano Costantino
 
Barone Mirko Zeta Gianfranco Teodoro  
 
Baronessa Valancienne Consuelo Gilardoni
 
Camille De Rossillion Emil Alekperov  
 
Prascowia Bogdanowitsch Daniela D’aragona  
 
Console Bogdanowitsch Riccardo Ciabo’
 
Visconte Cascadà  Danilo Giannini  
 
Raoul de St-Brioche Luca Anatriello   
 
Olga Kromoff Giada Lucarini  
 
Balletto Erika Pentima – Indiana Perrotta – Gaia Fiorucci – Benedetta Boriosi – Raffaella Siani  
 
Staff tecnico  Nania Spettacolo  
 
Sartoria  Sorelle Ferroni  
La trama
Hanna Glavari è rimasta presto vedova del ricchissimo banchiere di corte del piccolo stato di Pontevedro; un suo matrimonio con uno straniero provocherebbe la fuoriuscita dei milioni di dote della signora e il collasso delle casse statali. La vedova è ora a Parigi e il sovrano di Pontevedro, preoccupatissimo, incarica il proprio ambasciatore a Parigi, barone Zeta, di trovarle un marito pontevedrino.
L'ambasciatore Zeta e il suo cancelliere Niegus, cercano un candidato e lo individuano nel conte Danilo Danilovich che in passato ha interrotto una storia d'amore con Hanna su pressione della famiglia, a causa delle umili origini di lei. Cogliendo l'occasione del compleanno del sovrano, il barone Zeta organizza una festa all'ambasciata, durante la quale, con Niegus, cerca di convincere Danilo a sposare la vedova. Hanna ama ancora Danilo, tuttavia non lo vuole dimostrare e anzi cerca di ingelosirlo.
Frattanto si intreccia la storia d'amore della moglie del barone Zeta, Valencienne, con il diplomatico francese Camille de Rossillon; durante un ballo in casa Glavari, i due si appartano nel padiglione; stanno quasi per essere scoperti dal barone Zeta, quando Niegus, meno sbadato di quel che sembra, riesce a far uscire per tempo Valencienne e a sostituirla con Hanna.
Quando Hanna esce dal padiglione con Rossillon, sembra chiara la scelta del futuro marito: un parigino... Tutto sembra compromesso; Danilo è furioso e lascia la festa; Zeta non capisce se la moglie lo ha tradito o no.
Ha luogo una nuova festa in casa Glavari con tema le atmosfere e i balli di Chez Maxim's; Danilo si consola bevendo champagne e con le famose ballerine grisettes; Hanna gli spiega però che è stato Niegus a effettuare lo scambio di persona nel padiglione per salvare Valencienne.
Dopo tante schermaglie e sofferenze, Danilo dichiara il proprio amore a Hanna, che annuncia il suo matrimonio con Danilo.
In quanto a Zeta è stato ritrovato il ventaglio della moglie nel padiglione. Rimprovera quindi Valencienne, ma questa gli dice di aprire il ventaglio, dove lei ha scritto "io sono una donna onesta". Felicità del barone e quindi giubilo generale.
La Compagnia Italiana di Operette è la più antica delle molte esistenti. Potremmo definirla senza dubbio la Compagnia Storica di Operette in Italia. Nacque nel 1953 quando Corucci rilevò una piccola compagnia sull'orlo del fallimento e, grazie alle sue capacità organizzative e gestionali maturate in anni di lavoro presso grandi teatri toscani quali il Teatro Verdi di Pisa e il Teatro Giglio di Lucca, diede vita ad una magia che dura tuttora. La “Compagnia italiana di Operette” attualizza questo genere di teatro parlando con sincerità al pubblico, senza finzioni, o meglio attraverso quelle finzioni teatrali che sono, se fatte ad arte, più vere del vero e sanno raccontare storie di personaggi che potrebbero essere vissuti qui ed ora… perché se di amore si parla, se si parla di tristezza, di gioia, di speranza e lo si fa col cuore, ecco quelle parole possono travalicare i decenni e i secoli e sussurrarci, oggi come ieri, con tutta la loro dirompente passione.
Tel. 3351406658/3494775799
angelo.colafemmina@gmail.com
mauriziomatarrese@libero.it
Torna ai contenuti